Stellar

Cos’è Stellar e perché è una criptovaluta in cui investire

La prima criptovaluta è stata il bitcoin, poi ne sono venute delle altre, con caratteristiche simili, tutte basate sul blockchain, e nella maggioranza dei casi aventi come sottostante solo l’algoritmo che le genera.
L’enorme rialzo della quotazione del bitcoin, ha favorito l’espandersi di questa tecnologia, il suo diffondersi anche tra i non addetti e la nascita di una nuova corsa all’oro.
Di seguito un elenco della situazione attuale che probabilmente sarà già da aggiornare con i nuovi arrivati:
bitcoin-ripple-litecoin-verge-lumen-ethereum-trx-stellar-tether-digibyte-siacoin-qtum-bitcoincash-nem-neo-bitshares-redcoin-nxt-dogecoin-stratis-dash-xbt-monero.
Di questi coin alcuni sono scambiabili con le più note valute ufficiali (euro, dollaro, yen, dollaro canadese, real brasiliano, peso messicano), alcuni sono quotati presso alcune borse ufficiali, molti sono accettati come pagamenti presso diversi siti di e-commerce, quasi tutti sono scambiabili tra di loro e principalmente con i bitcoin. Per quest’ultimo – come noto – di recente c’è stata anche la quotazione alla Borsa di Chicago, come sottostante dei Futures.
Gli investimenti in queste monete sono ritenuti (per tutte) investimenti potenzialmente molto rischiosi, a fronte di fluttuazioni più o meno repentine.
Su cosa è meglio rischiare?
Bisogna decidere informandosi, essendo esperti dei mercati e soprattutto con attenzione massima, senza distrarsi nemmeno di notte (vale per tutti gli investimenti in borsa, ovviamente).

STELLAR
Stellar nasce nel 2014, come moneta di scambio su Internet controllata e servita da un network di servers che usano inizialmente l’algoritmo di Ripple; a partire dal 2015 si è separata sganciandosi dall’originale criptovaluta e adottando un nuovo apposito protocollo messo a punto dai suoi fondatori.
In accordo con numerosi investitori ed alcune organizzazioni no-profit si propone come uno strumento finanziario per lo sviluppo del mondo.
L’attenzione al momento è incentrata sul continente africano, negli stati sub-sahariani, in particolare la Nigeria, favorendo soprattutto il risparmio per le giovani donne.

Non è nuovo questo puntare sulle donne nella lotta ai mali del mondo; ricordiamo uno degli antesignani di questo tipo di approccio: l’ex-presidente del Brasile Lula che per combattere la miseria nel suo Paese realizzo delle carte di credito ad uso esclusivo delle madri!
Di recente l’area di intervento si è allargata alle Filippine e all’India.

QUOTAZIONI DI STELLAR
La prima quotazione di Stellar è dell’agosto del 2014.
Non è particolarmente alta quotando in dollari americani 0,00848896: poco più di otto millesimi di dollari…
Nonostante questa cifra veramente accessibile la sua quotazione negli scambi non si discosta molto da questi valori (forse al mercato della speculazione non è ancora ben chiara l’enorme potenzialità del mercato no-profit dello sviluppo e della lotta alla povertà).
Solo a giugno del 2015 raggiunge un massimo di poco superiore al centesimo di dollaro (esattamente 0,01046070 – contano anche i centomilionesimi in queste valutazioni!), poi si appiattisce ancora sui valori iniziali, ma solo fino al maggio del 2017 dove supera per la seconda volta il simbolico valore di un centesimo di dollaro.
La novità – per gli analisti più attenti – è l’incremento degli investimenti a partire da giugno de 2017: in molti cominciano a crederci e investirci.
Il resto è storia dell’ultimo mese: a dicembre 2017, in nemmeno 20 giorni fa un balzo quasi del 1000% raggiungendo quasi la parità con il dollaro statunitense, per poi attestarsi stabilmente sopra i settanta centesimi.

PERCHÈ INVESTIRE NELLO STELLAR
Non foss’altro perché è una delle poche cripto-valute che ha un sottostante non basato unicamente su un algoritmo, cioè – eccezionale tecnologia a parte – sul nulla: non ci sono i fondamentali direbbero gli Analisti Finanziari per la quasi totalità delle altre cripto-valute.
Ma anche lo sviluppo dell’aspetto speculativo degli ultimi giorni promette grandi cose: sotto i riflettori non ci sono solo gli incrementi da capogiro con percentuali da far diventare veramente ricchi i più coraggiosi, c’è sostanza.
I volumi degli scambi sono saliti ancora di più: nelle ultime due ore (il tempo di questo articolo) si sono concentrati su questa valuta oltre 250 milioni di dollari!)
Il totale della massa monetaria concentrata su questa cripto-valuta è ora di circa 10 miliardi di dollari, valore che la colloca tra le prime dieci del mercato, un mercato che vale oggi tra i trecento e i trecentocinquanta miliardi di dollari.
Le caratteristiche tecniche di stellar, la facilità di scambio con altre valute digitali e con le valute ufficiali, la velocità delle transazioni (tra i due e i cinque secondi) ha fatto sì che il colosso informatico IBM abbia deciso di utilizzare questa moneta e la sua tecnologia come piattaforma per le proprie transazioni internazionali.

PERCHÈ PREFERIRE STELLAR AD ALTRE VALUTE VIRTUALI
Non possiamo dimenticare il valore umano dell’iniziativa posta in essere con l’avvio di questa valuta, grazie anche alla partnership con la Fondazione Praekelt, una no-profit attiva fin dal 2007.
Andate sul sito di questa organizzazione e guardate i progetti che hanno in corso; e pensate quanto sarà migliore il mondo via via che le sue iniziative e il suo supporto finanziario avrà successo: guadagnare soldi facendone parte di un’iniziativa di un tale spessore, capace di far progredire il mondo non può che esaltare chiunque.
Se gli speculatori stanno attenti alle potenzialità della crescita delle quotazioni e gli analisti ai parametri dei fondamentali, finalmente tutti ora possono guardare anche ai valori umani.

Leave a Reply